La coltivazione della cannabis può essere un'attività molto divertente e piacevole, ma può anche essere frustrante quando i parassiti attaccano le piante. Ci sono alcuni parassiti della cannabis molto comuni che possono causare danni significativi. Questo si traduce in una minore qualità e quantità del raccolto. In questo blog esploreremo i parassiti della cannabis più comuni e come controllarli.

Tipi di parassiti della cannabis

La marijuana è una pianta che può essere attaccata da un'ampia varietà di parassiti che possono comprometterne la crescita e la produzione. I più comuni sono:

Ragnetto rosso

L'acaro del ragno è un parassita microscopico che succhia la linfa dalle piante di cannabis, facendo ingiallire e seccare le foglie. È difficile da individuare a occhio nudo, ma si può notare una sottile ragnatela sulle foglie. Inoltre, la sua presenza può favorire la crescita di funghi che possono essere dannosi per le piante.

Per controllare i ragnetti, si consiglia di spruzzare le piante con un insetticida specifico per ragnetti o di utilizzare rimedi casalinghi come l'olio di neem, il sapone insetticida o l'applicazione di alcol-acqua.

Mosca bianca

La mosca bianca è un altro parassita che succhia la linfa dalle piante di cannabis e produce una secrezione appiccicosa nota come "melata". Le foglie possono ingiallire e morire se l'infestazione è grave. Inoltre, la mosca bianca può diffondere virus e malattie alle piante.

Per controllare le mosche bianche, si possono usare trappole adesive per catturarle o spruzzare le piante con un insetticida specifico per mosche bianche. Si possono utilizzare anche rimedi casalinghi come l'olio di neem, il sapone insetticida o l'applicazione di acqua e alcol.

Afidi

Gli afidi sono piccoli insetti dal corpo molle e arrotondato, che possono essere di colore verde, nero, marrone, giallo o rosso. Questi insetti si nutrono della linfa delle piante e, quando si raggruppano in gran numero, possono indebolire la pianta e renderla più suscettibile alle malattie e ad altri insetti.

Per controllare gli afidi si può spruzzare la pianta con un insetticida specifico per afidi o utilizzare rimedi casalinghi come l'olio di neem o il sapone insetticida.

Viaggi

I tripidi sono piccoli insetti che spesso compaiono in gran numero. Si nutrono delle foglie e possono causare danni significativi, come macchie argentate e nere sulle foglie. Inoltre, i tripidi possono diffondere virus e malattie alle piante.

Per controllare i tripidi, si consiglia di spruzzare le piante con un insetticida specifico per tripidi o di utilizzare rimedi casalinghi come l'olio di neem, il sapone insetticida o l'applicazione di alcol-acqua.

Acari

Gli acari sono parenti stretti dei ragni e succhiano anche la linfa dalle piante di cannabis. Le foglie possono ingiallire e seccare e possono comparire anche macchie bianche. Inoltre, gli acari possono diffondere virus e malattie alle piante.

Per controllare gli acari, si può utilizzare un insetticida specifico per acari o rimedi casalinghi come l'olio di neem, il sapone insetticida o l'applicazione di alcol e acqua.

Bruchi

I bruchi si nutrono delle foglie della pianta di cannabis e possono causare danni significativi. Le foglie possono bucarsi e deformarsi. Inoltre, i bruchi possono diffondere virus e malattie alle piante.

Per controllare i bruchi, si consiglia di ispezionare regolarmente le piante e di rimuoverli manualmente. In alternativa, è possibile utilizzare insetticidi specifici per i bruchi, olio di neem o utilizzare il Bacillus thuringiensis (Bt), un batterio usato come insetticida biologico per controllare i bruchi. Si può trovare nei negozi di giardinaggio o di coltivazione e deve essere applicato seguendo le istruzioni del prodotto.

La vostra pianta è attaccata da un parassita?

Contattateci QUI, se ci inviate le foto delle vostre piante, cercheremo di identificare il parassita. È molto importante agire il prima possibile, i nostri specialisti vi consiglieranno come combatterlo.

Inoltre, possiamo raccomandare i ceppi Positronics Possiamo anche consigliare i ceppi più resistenti a parassiti, funghi e condizioni climatiche avverse, provateli!

Torna all'elenco

Messaggi correlati

Lascia una risposta

Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.