La cannabis è stata oggetto di controversie per decenni, con opinioni discordanti sulla sua sicurezza, legalità ed effetti. Tuttavia, negli ultimi anni si è verificato un cambiamento di percezione e sono stati riconosciuti i grandi benefici della cannabis in campo medico e terapeutico.

In questo blog esploreremo i benefici della cannabis e come può essere utilizzata per migliorare la salute e il benessere.

Sapete cos'è la cannabis?

La cannabis è una pianta utilizzata da secoli per scopi medicinali, ricreativi e spirituali. La pianta contiene più di 100 composti chiamati cannabinoidi, i due più noti sono il delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) e il cannabidiolo (CBD).

Il THC è il composto psicoattivo responsabile degli effetti "euforici" della cannabis, mentre il CBD non ha effetti psicoattivi ed è stato collegato a una serie di benefici per la salute.

Benefici della marijuana

Sollievo dal dolore

Uno dei motivi principali per cui le persone fanno uso di cannabis è quello di alleviare il dolore cronico. La cannabis è stata usata per trattare il dolore per migliaia di anni, infatti diversi studi condotti negli ultimi anni hanno dimostrato che può essere molto efficace nel trattamento di una varietà di dolori, tra cui quelli legati al cancro, all'artrite e alla fibromialgia.

La cannabis interagisce con i recettori del dolore nel cervello e nell'organismo e può ridurre la sensazione di dolore e migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono di dolore cronico. Il cannabidiolo (CBD), che non ha effetti psicoattivi, ha dimostrato di avere proprietà analgesiche.

Un recente studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association (JAMA) ha rilevato che la cannabis può essere efficace nel trattamento del dolore cronico negli adulti. I ricercatori hanno analizzato 28 studi diversi e hanno scoperto che la cannabis ha un effetto statisticamente significativo sul sollievo dal dolore. Inoltre, lo studio ha rilevato che i cannabinoidi possono essere efficaci nel trattamento del dolore neuropatico, che è un tipo di dolore cronico causato da danni ai nervi.

Miglioramento della qualità del sonno

La cannabis può anche contribuire a migliorare la qualità del sonno. Diversi studi hanno dimostrato che la cannabis può aiutare le persone ad addormentarsi più velocemente, a dormire più a lungo e a ridurre i disturbi del sonno.

Inoltre, la cannabis può contribuire a ridurre i sintomi dei disturbi del sonno, come l'apnea notturna e la sindrome delle gambe senza riposo.

Uno studio del 2017 pubblicato sulla rivista Medicines ha rilevato che la cannabis può essere efficace nel trattamento dell'insonnia e nel miglioramento della qualità del sonno. I ricercatori hanno analizzato 18 studi diversi e hanno scoperto che la cannabis ha un effetto statisticamente significativo sul miglioramento della qualità del sonno. Inoltre, lo studio ha rilevato che la cannabis può contribuire a ridurre il tempo necessario per addormentarsi.

In un altro studio del 2019 pubblicato sulla rivista Medicine, si è scoperto che la cannabis può essere efficace nel trattamento della sindrome da apnea del sonno. I ricercatori hanno scoperto che il consumo di cannabis ha migliorato la qualità del sonno e ridotto la sonnolenza diurna nelle persone con apnea del sonno.

Alleviare lo stress e l'ansia

La cannabis può essere utile per alleviare lo stress e l'ansia. Molte persone usano la cannabis per rilassarsi e ridurre l'ansia e gli studi hanno dimostrato che il CBD in particolare può avere effetti ansiolitici.

Oltre ai cannabinoidi, anche alcuni terpeni presenti nella cannabis possono aiutare ad alleviare lo stress e l'ansia. Ad esempio, il beta-cariofillene è un terpene presente nella cannabis e in diversi alimenti, come il pepe nero. È stato dimostrato che il beta-cariofillene ha proprietà ansiolitiche e può contribuire a ridurre lo stress.

In uno studio del 2014 pubblicato sul Journal of Psychopharmacology, si è scoperto che il THC riduce l'attività dell'amigdala, una parte del cervello che svolge un ruolo importante nella risposta allo stress. Il THC ha anche aumentato l'attività della corteccia prefrontale, responsabile del controllo emotivo e cognitivo. Questi risultati suggeriscono che il THC può aiutare a ridurre i sintomi di ansia e stress.

D'altra parte, in diversi studi è stato dimostrato che il CBD ha anche effetti ansiolitici. In uno studio del 2011 pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology, è stato riscontrato che il CBD riduce l'ansia nelle persone con disturbo d'ansia sociale. Un altro studio del 2019, pubblicato sul Journal of Clinical Psychology, ha rilevato che il CBD riduce l'ansia nelle persone con disturbi d'ansia.

Riduzione dell'infiammazione

È stato dimostrato che la cannabis, in particolare i suoi costituenti attivi, i cannabinoidi, hanno effetti antinfiammatori significativi che possono contribuire a ridurre l'infiammazione nell'organismo.

Uno dei principali cannabinoidi della cannabis è il cannabidiolo (CBD), che ha dimostrato di avere proprietà antinfiammatorie. In uno studio del 2015 pubblicato sulla rivista Bioorganic & Medicinal Chemistry, si è visto che il CBD riduce l'infiammazione nei topi.

Un altro studio del 2018, pubblicato sulla rivista Cannabis and Cannabinoid Research, ha rilevato che il CBD ha effetti antinfiammatori nei pazienti con sclerosi multipla.

Oltre al CBD, un altro importante cannabinoide è il tetraidrocannabinolo (THC), che ha dimostrato di avere effetti antinfiammatori. In uno studio del 2010 pubblicato sull'European Journal of Pharmacology, si è visto che il THC riduce l'infiammazione nei topi affetti da colite.

Un altro studio del 2019, pubblicato sulla rivista Cannabis and Cannabinoid Research, ha rilevato che il THC ha ridotto l'infiammazione nei pazienti con malattia di Crohn.

Migliorare la salute fisica e mentale

I benefici della cannabis sono più che evidenti. La cannabis può essere uno strumento utile per migliorare la salute mentale e fisica, grazie ai cannabinoidi e ai terpeni presenti nella sua composizione. Sia il THC che il CBD hanno dimostrato di avere proprietà ansiolitiche, antipsicotiche, analgesiche e antinfiammatorie in diversi studi e, insieme alle proprietà di alcuni terpeni, possono contribuire a migliorare la qualità della vita.

Conoscete le varietà di semi di cannabis CBD+ Positronics?

Sviluppati per le loro proprietà terapeutiche grazie alla produzione di elevate quantità di CBD. Se avete dubbi sui nostri ceppi di semi CBD di Positronics Seeds, contattateci asaremo felici di aiutarvi.

Torna all'elenco

Messaggi correlati

Lascia una risposta

Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.