Che cos'è il ragnetto rosso?

Il ragnetto (Tetranychus urticae) è un piccolo acaro che si nutre delle cellule delle foglie delle piante. Riproducendosi e moltiplicandosi, può causare danni significativi alla marijuana.

In questo blog esamineremo i sintomi, le cause, la prevenzione e il trattamento di questo parassita della cannabis. Continuate a leggere!

Sintomi del ragnetto rosso sulla marijuana 

L'infestazione da ragnetto può avere diversi sintomi sulle piante di marijuana. Alcuni dei sintomi più comuni sono:

Macchie gialle sulle foglie: le foglie infestate dai ragnetti spesso sviluppano piccole macchie gialle o argentate. Queste macchie sono il risultato dei danni causati dall'alimentazione degli acari sulle cellule della pianta.

Ragnatele sottili: con il progredire dell'infestazione, è possibile notare la comparsa di ragnatele sottili sulle foglie e sulla pianta in generale. Queste ragnatele sono prodotte dal ragnetto per proteggersi e facilitare i suoi spostamenti.

Foglie appassite e cadenti: con il tempo, le foglie infestate dai ragnetti possono appassire, seccare e infine cadere dalla pianta. Questo deterioramento può influire negativamente sulla crescita e sullo sviluppo della marijuana.

Cosa può causare questo tipo di parassiti nella cannabis?

L'infestazione da ragnetto può essere legata a diversi fattori e si riproduce molto facilmente. Alcune delle cause più comuni di infestazione da ragnetto nella cannabis includono:

  • Condizioni ambientali favorevoli: l'acaro del ragno tende a prosperare in condizioni calde e secche. Pertanto, le coltivazioni di marijuana in ambienti con bassa umidità e temperature elevate sono più suscettibili a questo parassita.
  • Mancanza di ventilazione: la scarsa ventilazione dello spazio di coltivazione può contribuire al problema. La mancanza di circolazione dell'aria può creare un ambiente favorevole allo sviluppo del ragnetto.
  • Introduzione del parassita: i ragnetti possono raggiungere le piante di marijuana attraverso l'introduzione di piante infestate, indumenti o attrezzature contaminate o anche la presenza di insetti portatori.

Come prevenire i ragnetti sulla marijuana?

La prevenzione è fondamentale quando si tratta di ragnetti. Ecco alcune strategie efficaci per prevenire e controllare questo parassita:

Mantenere un ambiente sano: assicuratevi che il vostro spazio di coltivazione della cannabis abbia le giuste condizioni ambientali. Mantenete l'umidità relativa in un intervallo ottimale, tra il 40% e il 60%, e la temperatura intorno ai 25°C. In questo modo sarà più difficile per i ragnetti riprodursi e sopravvivere.

Ispezione regolare: eseguite ispezioni regolari delle piante di marijuana per individuare i primi segni di infestazione. Osservate attentamente le foglie e cercate i sintomi di cui sopra, come macchie gialle e sottili ragnatele. Quanto prima si individua l'infestazione, tanto più facile sarà controllarla.

Aumentare la ventilazione: migliorare la circolazione dell'aria nello spazio di coltivazione. A questo scopo si possono installare ventole o aspiratori. Il flusso d'aria contribuirà a ridurre l'umidità e a evitare che gli acari si insedino sulle piante.

Rotazione delle colture: se possibile, praticate la rotazione delle colture. Evitate di coltivare la marijuana nello stesso posto anno dopo anno, perché questo può permettere a parassiti come gli acari del ragno di insediarsi e riprodursi facilmente. La rotazione delle colture aiuta a interrompere il loro ciclo vitale e a ridurre le possibilità di infestazione.

Controllate questo parassita nelle vostre coltivazioni di cannabis!

Le infestazioni da ragnetto si diffondono facilmente nelle coltivazioni di cannabis, ma fortunatamente esistono diversi metodi di controllo che possono aiutarvi a combatterle efficacemente. Ecco alcuni dei metodi più comunemente utilizzati:

Controllo biologico: il controllo biologico prevede l'uso di organismi viventi per combattere il ragnetto. Alcuni dei nemici naturali del ragnetto sono:

  • Acari predatori: introdurre acari benefici, come Phytoseiulus persimilis, Neoseiulus californicus o Amblyseius fallacis. Questi acari si nutrono dei ragnetti e possono contribuire a tenerne sotto controllo la popolazione.
  • Coccinelle: le larve e gli adulti delle coccinelle sono predatori naturali dei ragnetti. Attirate queste creature benefiche nelle vostre coltivazioni piantando piante che forniscano loro cibo, come le calendule o l'aneto.
  • Vespe parassitoidi: alcune specie di vespe parassitoidi, come Eretmocerus eremicus o Phytoseiulus persimilis, depongono le uova all'interno dei ragnetti, causandone il controllo e il declino della popolazione.

Controllo chimico: se i metodi sopra descritti non sono stati sufficienti a controllare l'infestazione, si può ricorrere a trattamenti chimici. Tuttavia, questi prodotti devono essere usati con cautela e secondo le istruzioni del produttore. Alcune opzioni includono:

  • Insetticidi acaricidi: sul mercato esistono diversi insetticidi specifici per il controllo del ragnetto. Assicuratevi di scegliere un prodotto adatto alla vostra coltura di marijuana e di seguire le istruzioni per l'uso e la sicurezza.
  • Saponi insetticidi: i saponi insetticidi a base di ingredienti naturali, come il sapone di potassio, possono essere efficaci per controllare i ragnetti. Spruzzate le piante con la miscela di acqua e sapone come indicato.

In breve

L'acaro del ragno è un parassita molto comune nella coltivazione della marijuana, ma con misure preventive adeguate e un monitoraggio regolare è possibile prevenire e controllare la sua infestazione.

Mantenere un ambiente sano, ispezionare regolarmente le piante, aumentare la ventilazione, praticare la pulizia e considerare la lotta biologica come opzione preferenziale.

Ricordate che un approccio integrato ed equilibrato è la chiave per mantenere le piante di marijuana libere da questo parassita e per garantire un raccolto sano e produttivo.

Se avete notato che la vostra pianta, frutto delle nostre varietà di Positronics Seeds,ha un aspetto strano, contattateci QUIsaremo felici di aiutarvi.

Torna all'elenco

Messaggi correlati

Lascia una risposta

Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *.